Tecnologia strana – parte 2

Ed eccoci con la seconda raccolta di “tecnologie strane”, stavolta tutte appartenenti al mondo del mobile.

Lascia sempre più increduli la varietà di funzioni che possono essere sviluppate in un’app per lo smartphone quando si ha un po’ di fantasia.

1 - Send me to Heaven

Per chi ama sfidare gli amici all’aria aperta, arriva il nuovo gioco che consiste nel lanciare più in alto possibile lo smartphone. Chi lo lancia più in alto vince. O perde, nel caso non riuscisse ad afferrarlo in tempo. Il creatore della app ha dichiarato in un’intervista che il suo obiettivo primario era di spingere la gente a distruggere quanti più iPhone possibili, come protesta contro il consumismo. Naturalmente, ne fu subito bloccato il download per iOS, mentre sopravvive ancora per Android.

2 - Telefono-rasoio

Magari questa applicazione è stata inventata con l’intento di preparare le persone ad un drastico taglio di capelli, o magari per tutti quelli senza peli né capelli che vorrebbero sapere cosa si prova nel radersi. iShaver Pro è un’app per iPhone che simula un rasoio elettrico, con tanto di impostazione che consente di attivare la vibrazione del telefono per un effetto più realistico. Si può scegliere anche tipologia e colore di pelo/capello e, durante la finta rasatura, si vedranno cadere le ciocche sullo schermo.

3 – Telefono-confessore con “Confession”

Anche il confessionale si digitalizza e diventa virtuale. Questa app è stata realizzata con la reale collaborazione di un Reverendo ed è nata per aiutare i cattolici a compiere il loro esame di coscienza e fare penitenza. Offre ovviamente un login protetto da password e ben sei diversi atti di contrizione tra cui l’utente può scegliere.

4 – Binky, un a-social media

Al pari degli altri social, anche Binky ha una Home con le immagini da scrollare. Solo che, in questo caso, le immagini non vengono postate da nessuno. È la app a farle comparire, in modo del tutto random, all’utente, il quale può lasciare un like o un commento, ma queste azioni non verranno mai visualizzate da nessuno. Binky dice basta a tutti gli aspetti stressanti dei social: le brutte notizie, i post tristi, le interazioni polemiche o le foto delle vacanze altrui.

5 - Randonautica

Applicazione giovanissima (2020), compatibile con tutti i dispositivi, Randonautica regala il brivido di un viaggio misterioso di cui non si conosce la destinazione né il fine. Nasce con l’intento di testare le correlazioni, le interazioni e le influenze fra la nostra mente e la realtà circostante. L’app, infatti, si basa sulla teoria dell’interazione mente-materia e sull’entropia quantistica e fornisce semplicemente delle coordinate casuali di un luogo da raggiungere. L’utente decide il raggio chilometrico e può anche decidere se dare al proprio viaggio un tema specifico o se seguire casualmente il flusso. A seguito di alcuni eventi inquietanti (tra cui un gruppetto di persone che, andando sul luogo indicato, vi ha trovato due cadaveri in una valigia), l’app ha acquistato una reputazione controversa.

6 - Virtual Boyfriend

L’app per chi vuole un fidanzato perfetto e sempre presente…ma finto. L’app è descritta come un “dating game” e sembrerebbe un mix tra Tamagochi e The Sims. Si può scegliere fra centinaia di ragazzi virtuali diversi, ognuno con la propria personalità, ma tutti con una cosa in comune: sempre gentili e affettuosi. Grazie all’Intelligenza Artificiale, si potrà chattare con loro in modo realistico, ma con il vantaggio che il fidanzato virtuale eviterà sempre le liti. Se poi non funziona, si può scaricare il ragazzo corrente e sceglierne subito un altro. Come riportato nella descrizione ufficiale della app, “better than reality”.

7 - Botnet

Un’altra app dedicata a chi teme o si è stufato delle interazioni sui social. Milioni di bot simulano un pubblico social per il quale l’utente sarà una vera e propria celebrity e che commenteranno tutti i suoi post, tendenzialmente in modo gentile ed entusiasta, ma potrebbero capitare anche disaccordi e polemiche. Potrebbe rivelarsi un ottimo esercizio per tutti quelli interessati ad intraprendere una carriera da influencer.

8 – Akinator Genio

Vi ricordate il gioco “Indovina Chi”? Il funzionamento qui è molto simile, solo che, anziché giocare contro un amico, si gioca contro un “genio” virtuale basato sull’Intelligenza Artificiale, che deve indovinare il personaggio o l’animale a cui state pensando attraverso una serie di domande sì/no. Noi l’abbiamo provata e l’app è riuscita ad indovinare perfino personaggi immaginari come il Ragionier Filini di “Fantozzi” e Fantaghirò.

CONDIVIDI POST:

Share on facebook
Share on linkedin

Altro dal blog:

è il momento di digitalizzare la tua azienda

Scopri cosa possiamo fare per aiutarti.

Lenis Srl

Sede Firenze:
Viale Antonio Gramsci, 22
50132 Firenze
Tel. 055 287271

Sede Milano: 
Via Vincenzo Monti, 8
20123 Milano
Tel. 02 94757956